Prestito Dipendenti Pubblici: calcolo rata via web

Come molti ormai sapranno, i dipendenti pubblici hanno la possibilità di richiedere e ottenere i finanziamenti erogati dall’Inps a favore degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (in poche parole, quelli che ancora oggi tutti chiamano prestiti Inpdap): riepiloghiamo rapidamente le caratteristiche dei finanziamenti e vediamo come fare il calcolo della rata via web dei prestiti per dipendenti pubblici.

Tipologie di prestito per dipendenti pubblici erogati dall’Inps

I piccoli prestiti per dipendenti pubblici erogati dall’Inps sono pensati per affrontare con più tranquillità le esigenze quotidiane: questo vuol dire che è possibile richiedere piccoli importi da rimborsare con rate costanti che vengono trattenute direttamente sullo stipendio; è possibile ottenere importi pari ad una, due, tre o quattro mensilità da restituire in rispettivamente 12, 24, 36 o 48 mesi; il tasso d’interesse nominale annuo è pari al 4,25%, ma bisogna considerare anche l’aliquota per le spese di amministrazione (0,50% della somma erogata) e quella per il premio fondo rischi, il cui ammontare dipende dall’età del richiedente e dalla durata del piano di rimborso.

xtradebannerok

Ci sono poi i prestiti pluriennali: sono finanziamenti dalla durata di cinque o dieci anni il cui importo è legato allo stipendio percepito, visto che la rata mensile non può essere più alta di un suo quinto. Anche in questo caso il rimborso avviene con la trattenuta dell’importo della rata mensile sullo stipendio, ma a differenza dei piccoli prestiti, questi sono finanziamenti finalizzati e possono essere concessi solo per le finalità espressamente indicate dal regolamento. I requisiti per ottenere il prestito pluriennale sono: iscrizione alla Gestione Unitaria, assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato e anzianità di servizio di almeno quattro anni. Il tasso di interesse nominale annuo è del 3,50%, ma bisogna considerare anche le solite aliquote per le spese di amministrazione per il fondo rischi.

Come effettuare il calcolo della rata via web

Ma come si può fare la richiesta di prestito per dipendenti pubblici con calcolo della rata online? Per fortuna sul sito ufficiale dell’Inps (che, a proposito, ha da poco cambiato veste grafica) esiste uno strumento che consente di conoscere quali sono le soluzioni disponibili per il profilo del richiedente, determinato dall’età e dallo stipendio mensile. Per accedere al simulatore del prestito per dipendenti pubblici bisogna collegarsi al sito inps.it, andare nella sezione relativa a Prestazioni e Servizi e infine andare su Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali. Lo strumento può essere utilizzato in tre modalità: con la simulazione prestito è possibile individuare le tipologie di finanziamento, le durate e gli importi minimi e massimi disponibili in base ad età e stipendio; con la simulazione per rata ideale è possibile individuare le soluzioni disponibili in base ad età, stipendio e rata che si sarebbe disposti a pagare ogni mese; con la simulazione per importo specifico si possono individuare le tipologie di finanziamento e le durate disponibili in base ad età, stipendio e importo desiderato.

Per capire meglio il meccanismo proviamo a fare un semplice esempio. Un dipendente pubblico che riceve uno stipendio netto di 1.200 euro e che è nato il 15 aprile del 1977 può richiedere piccoli prestiti della durata di 1, 2, 3 e 4 anni con importi rispettivamente di 1.200, 2.400, 3.600 e 5.000 euro (importi che possono essere raddoppiato se non ci sono ulteriori trattenute sullo stipendio) e prestiti pluriennali con durata di 5 o 10 anni per importi rispettivamente di 3.000 o 5.000 euro. Supponiamo che il dipendente voglia pagare una rata mensile di 200 euro (la rata massima viene indicata dal sistema e in questo caso ammonta a 239,81 euro): basta che inserisce nuovamente i suoi dati e indicare questo importo nello schema della simulazione prestito per rata ideale per scoprire che può richiedere tute le forme di prestito disponibili. Se invece lui ha bisogno di 5.000 euro, non deve fare altro che andare nella simulazione prestito per importo specifico, inserire ancora i suoi dati e l’importo che gli interessa per scoprire quali sono le soluzioni che gli possono permettere di ottenere quella cifra (in questo caso il piccolo prestito da 36 o 48 mesi e il prestito pluriennale da 60 o 120 mesi).