Come fare trading sull’indice Germania 30

La Germania offre una serie di possibilità di guadagno, presentandosi come luogo ideale di scambio di numerose azioni potenzialmente profittevoli e acquistabili nel momento giusto a costo relativamente basso. Esiste un indice tedesco che di fatto racchiude i valori delle 30 aziende tedesche che si muovono sul mercato di Francoforte. Capiamo come funziona questo indice, come investire sullo stesso, come valutarlo in base ai fattori che, più o meno direttamente, sullo stesso possono incidere.

Trading Germania 30: quali aziende include

Come accennato, l’indice Germania 30 (o Dax 30) rappresenta lo specchio delle 30 società migliori del paese tedesco in termini di profittabilità generale e di influenza sull’economia del paese nel complesso. Nel caso specifico, l’indice Dax30 è influenzato in maniera importante da aziende che ruotano nel campo del settore automobilistico, seguite da altre che invece operano in campo bancario, e poi informatico e tecnologico. Prima di analizzare nel dettaglio le aziende che entrano in questo paniere, chiariamo che alcune di esse operano fuori dalla Germania o sono comunque caratterizzate da una forte componente legata all’importazione di materia prime/ semilavorati prima ed esportazione del prodotto finito poi.

Le principali aziende che rientrano nel paniere, in ordine decrescente di peso percentuale sull’indice complessivo, sono: Deutsche BörseDB (12,05%), E.ON (EOA 10,08%), Siemens (SIE9,84%)  Allianz (ALV, 8,03%), Bayer (BAY 7,64%), Deutsche Telekom (DTE 7,27%), SAP (SAP 5,99%), Basf (BAS, 5,92%), Deutsche Bank (DBK4 5, 3%), Daimler (DAI 4,85%), Volkswagen Group (VOW 4,80%), Linde (LIN 2,38%), BMW (Bmw 1,91%), Deutsche Post (DPW 1,75%), Fresenius Medical Care (FME 1,30%), Adidas (ADS, 1,25%), Merck (MRK 1,08%), Lufthansa (LHA 1,03%), Henkel (HEN 0,92%), MAN (MAN 0,86%), Beiersdorf (BEI 0,68%), Fresenius (FRE 0,68%), Commerzbank (CBK, 0,52%), Hannover Rück (HNR1 0,40 %).

xtradebannerok

Per quanto intuitivo, è il caso di precisare che le aziende che rientrano in questo indice sono in continuo e costante aggiornamento, alla luce delle loro performance e ci sono dunque buoni margini per ingressi importanti o uscite degne di nota.

Investire sul Germania 30

Fare trading sull’indice Germania 30 è opportuno nei momenti in cui l’economia è in fase di espansione, ovvero nel momento in cui i consumi sono ampi e le richieste arrivano numerose alle aziende stesse. Viceversa, in caso di calo dei consumi questo investimento potrebbe non portare a benefici e risultati positivi. Oltre a questo elemento e chiaramente alla stabilità delle varie aziende (ponderando il loro peso sull’indice stesso) è opportuno considerare anche la posizione dell’Euro che potrebbe influenzare le esportazioni, la sensibilità del mondo ai trend dell’Euro, l’andamento delle tassazioni che potrebbero penalizzare sia i consumi dei singoli che i passaggi da un paese all’altro. Oltre a questo, sarà opportuno considerare l’andamento dei vari settori di riferimento, ovvero al mercato automobilistico, bancario, dell’energia e informatico. Di questi settori occorre consultare non solo il benessere in genere, ma anche il calendario economico specifico.Non bisogna poi dimenticare che l’indice è di natura tedesca, e per tale motivo le informazioni politiche ed economiche della nazione a 360 gradi ne influenzano il rendimento.

Se consapevoli di tutte queste informazioni avete deciso di investire su questo titolo, potete fare riferimento ad uno dei numeri broker disponibili online. Una delle opzioni migliori, è senza dubbio quella di puntare sui CFD che replicano l’andamento del titolo o puntare direttamente sull’indice cercando di anticipare un suo eventuale rialzo o ribasso.

Se state valutando il broker online al quale affidarvi, vi consigliamo di dare un’occhiata a Plus 500. Caratteristica principale del portale è la semplicità di utilizzo, la disponibilità di numerose info e analisi storiche, l’applicazione di commissioni tra le più basse in circolazione. Se volete verificare con mano potrete aprire un conto demo, ovvero un conto virtuale che senza nessun investimento reale permette di prendere confidenza con prodotti e sito così da valutarne le numerose potenzialità e la semplicità di utilizzo e di gestione in maniera semplice, veloce e soprattutto efficace.