Azioni trading

Le azioni ai tempi del trading

“Pensa alla grande, sii ottimista, non dare mai segni di debolezza, compra a poco e vendi a molto. La paura è un problema che non ti riguarda!”. Così Dan Akroyd catechizza Eddie Murphy prima di iniziare le operazioni di borsa nel simpatico film “Una poltrona per due”. In effetti, queste indicazioni sono valide anche per chi intende cimentarsi con le negoziazioni di azioni e titoli per mezzo del trading online. L’evoluzione degli strumenti finanziari ha generato lo sviluppo di nuovi metodi di guadagno, grazie ai quali non è più necessario possedere un lotto di azioni nel senso tradizionale del termine per realizzare eventuali profitti.

Con i cosiddetti CFD, i contratti per differenza, è infatti possibile effettuare delle operazioni nel mercato azionario senza acquistare le azioni stesse. L’importo investito, infatti, si appoggia sulle quotazioni del sottostante, ossia l’asset di riferimento della contrattazione, e i gli eventuali guadagni (o perdite) si generano per mezzo della differenza delle quotazioni al momento iniziale al momento di chiusura del contratto. Si compra e si vende, ma in pratica si sta speculando su una quotazione di un’azione, di un titolo o di un indice senza possederli.

Ovviamente è sempre possibile acquistare delle azioni nel senso tradizionale, anche se questa operazione non presenta la stessa immediatezza offerta dai broker nel caso dei CFD. Un’altra differenza consiste nel fatto che, per ottenere dei guadagni, generalmente si consiglia di tenere delle azioni per un periodo medio-lungo (che può oscillare dai 5 ai 10 anni, specie se si tratta di una società ad alto potenziale), mentre con i contratti per differenza possiamo realizzare profitti nell’arco di poche ore.

I broker online permettono di investire in borsa su Internet intervenendo sui titoli quotati in tutto il mondo. Ad esempio, sarà possibile operare con Coca Cola e McDonald’s a Wall Street, con Bayer al DAX di Francoforte, con Reanult a Parigi, Unicredit a Milano e Casio alla Borsa di Tokyo. Oltre allo strumento dei CFD sarà possibile negoziare con le quotazioni azionarie utilizzando le opzioni binarie. In questo caso il nostro eventuale profitto si baserà sulla previsione corretta circa l’andamento del valore delle azioni.