Disoccupazione e prestiti senza busta paga

Gli ultimi dati statistici, vedono la disoccupazione in aumento in Europa, che è arrivata a toccare il livello record di undici milioni di persone. Questo è il numero delle persone che non lavorano da più di un anno, pur essendo alla ricerca di un impiego stabile. La situazione è alquanto allarmante, in quanto si tratta per la maggior parte di uomini sopra i quarant’anni, con un livello di specializzazione medio basso.

Si tratta di figure che sono state allontanate dal mercato del lavoro, in seguito alle ristrutturazioni aziendali avvenute dopo la crisi, e che oggi purtroppo sono poco richieste. L’unica soluzione sarebbe quella di riqualificare queste persone, che altrimenti finiranno per essere risucchiate dalla spirale del lavoro sottopagato, nero e saltuario.

In aumento, soprattutto nei paesi dell’Europa del sud, anche la disoccupazione giovanile di lunga data, sia in Italia, che in Grecia e Croazia. Si tratta della disoccupazione peggiore, che taglia le gambe al futuro del paese, con conseguenze negative su tutta l’economia nazionale.

Purtroppo con così tanti disoccupati, l’accesso al credito per molte persone è diventato un vero e proprio miraggio, con il peso di bollette, mutui, debiti, spese correnti con il fiato sul collo, mese dopo mese. Ma è possibile per chi è disoccupato riuscire a contrarre un prestito, soprattutto per far fronte alle tante esigenze quotidiane, e in attesa di ritrovare un impiego stabile?

PRESTITI SENZA BUSTA PAGA

xtradebannerok

Per quanto riguarda i prestiti ai disoccupati, sicuramente la categoria per la quale è più semplice ottenerne uno sono gli studenti o i neolaureati, per i quali è possibile ottenere un prestito per gli studi, o per iniziare una nuova attività con molti istituti di credito convenzionati, come Unicredit, Poste Italiane, BNL e Easy Money.

Nel caso di disoccupati più maturi, la questione diventa più complicata. Una finanziaria che si è specializzata in questo tipo di prestito, è Aliprestito, che concede prestiti a disoccupati, pur con alcuni problemi. Con questa finanziaria è possibile ottenere un prestito fino a 50.000€ in appena 48 ore, ma per questo è necessario presentare qualche tipo di garanzia.

Per esempio, se si è proprietari o coproprietari di un immobile, se è possibile fornire un garante, sia con una busta paga che con il cedolino della pensione, se è possibile fornire degli estratti bancari che attestino delle entrate mensili regolari, indizio che si lavora comunque, se pur a nero, o qualsiasi altro tipo di garanzia.

Nel caso contrario risulta molto difficile riuscire ad ottenere un prestito, e potrebbe essere possibile solo per piccole somme, e dietro la sottoscrizione di una polizza assicurativa ed il pagamento di un tasso di interesse molto alto.

Alcune finanziarie infatti, come anche Fingepa, rilasciano questo tipo di micro prestiti, tramite la stipula di contratti assicurativi e dei costi altissimi per il finanziamento. Purtroppo in alcuni momenti, questa può essere l’unica soluzione per riuscire ad ottenere della liquidità urgente, ed andare avanti, nella speranza di riuscire a trovare un lavoro al più presto.